Reincarnazione o resurrezione?

Reincarnazione o resurrezione?

25,00

L’idea della reincarnazione, che cioè possediamo un’anima immortale che, una volta morto il nostro corpo, entra in un altro corpo, è sempre più diffusa a livello popolare. Cosa possiamo dire a tal proposito? Qual è la prospettiva cristiana rispetto a questo delicatissimo tema?

Descrizione

Il 43% degli italiani che si dichiarano atei crede nella reincarnazione. E il 17% degli italiani che si dichiarano cattolici li seguono a ruota. L’idea della reincarnazione, che cioè possediamo un’anima immortale che, una volta morto il nostro corpo, entra in un altro corpo, è sempre più diffusa a livello popolare. Ma, è bene specificarlo, la visione occidentale della reincarnazione ha ben poco a che vedere con la complessa riflessione orientale della religione induista e buddhista. In Asia Il concetto di reincarnazione è strettamente legato all’idea del principio di causa-effetto del Karma e all’idea dei “Bun”, ovvero le buone azioni: se in questa vita riesci a fare abbastanza Tambun allora nella prossima vita si avrà più possibilità di nascere in una famiglia agiata. Buddha non si chiede cosa ci sia dopo la morte, o come funzioni il sistema delle rinascite: ciò che gli interessa davvero, non è trovare la risposta a queste domande, bensì riuscire a capire come fare per sfuggire dalla sofferenza. Sembra che la resurrezione della carne, la resurrezione dei nostri corpi, invece, sia la “cosa” più strana che la fede cristiana chiede di credere. Non a caso, dalle analisi sociologiche condotte sulla fede dei cattolici italiani risulta che, se la maggior parte della popolazione crede in Dio, neanche il 20% crede nella resurrezione della carne. Un tema complesso che vogliamo approfondire per guardare oltre alla nostra realtà terrena.

È un corso di Temi di vita

I prodotti che hai aggiunto nel tuo carrello
Skip to content